sabato 23 maggio 2015

Problemi per la Porsche ancora richiami: scatta il ritiro per la 918 Spyder

«Nessuno è perfetto». Lo sa Porsche che sta richiamando la 918 Spyder, la supercar ibrida più veloce del mondo, dopo che la società ha scoperto un problema di cablaggio che potrebbe influenzare anche il controllo elettronico della stabilità. E 'un richiamo globale "precauzionale" che colpisce le auto prodotte fino alla fine di aprile di quest'anno, di cui 223 di questi veicoli si trovano negli Stati Uniti.

Secondo la società tedesca, il problema deriva da un cablaggio elettrico per una ventola del radiatore che potrebbe finire per danneggiare un componente in fibra di carbonio. Porsche in un comunicato ha dichiarato "La causa è stata identificata a seguito di un esame tecnico approfondito. Sono state successivamente adottate misure correttive nella produzione". E il comunicato della casa automobilistica conclude sinteticamente ''non si possono escludere condizioni di guida non sicure''.La prestigiosa casa tedesca, che ha individuato tutte le unità che hanno questi problemi, ha raccomandato ai proprietari di rivolgersi al più presto presso le officine specializzate perché Porsche non ha indicato la data di produzione dei veicoli o il numero di serie di queste unità, né anche quanti modelli sono stati identificati in Italia.

Nell’attività a tutela dei consumatori e dei proprietari o possessori di veicoli a motore, lo “Sportello dei Diritti” ancora una volta anticipa in Italia l’avvio di procedure di tal tipo da parte delle multinazionali automobilistiche anche a scopo preventivo, poiché non sempre tutti coloro che possiedono una vettura tra quelle indicate viene tempestivamente informato. Per il presidente Giovanni D’Agata dello “Sportello dei Diritti”, anche se Porsche non ha sino ad oggi registrato incidenti a causa di questo problema, il rischio è sempre latente. Pertanto i consumatori e i proprietari di veicoli a motore interessati devono quindi prestare la massima attenzione e rivolgersi alle autofficine autorizzate o ai concessionari della Porsche nel caso in cui la propria autovettura corrisponda ai modelli in questione. Il relativo intervento non dovrebbe durare più di 30 minuti ed è a totale carico della casa automobilistica.

Gli uomini della rinomata casa automobilistica tedesca dovranno apportare i dovuti correttivi e risolvere un problema non certo grave, che durerà mezz'ora, ma destinato comunque a suscitare non poca preoccupazione per la difettosità segnalata che è ancora più rischiosa se si pensa alla potenza di accelerazione che hanno questi modelli.

0 commenti:

Posta un commento

Share

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More