Ecco la nuova Qashqai

domenica 28 febbraio 2021

Ecco la nuova Qashqai


Nissan rinforza la posizione di leader nel segmento dei crossover in Europa con la presentazione della terza generazione del nuovo Qashqai. Da quando Nissan ha creato il segmento nel 2007, sono stati venduti oltre 3 milioni di Qashqai in Europa. Per la terza generazione, Nissan ha mantenuto i principi che hanno guidato la progettazione e lo sviluppo delle due generazioni precedenti: design elegante, ricca dotazione tecnologica e motori efficienti, il tutto unito ad un’alta qualità costruttiva e a un’esperienza di guida tipica dei segmenti superiori. Con la nuova piattaforma CMF-C dell’Alleanza alla base del nuovo modello, un inedito connubio di alta ingegneria, innovazione e tecnologie d’avanguardia, il nuovo Qashqai alzerà il livello nel segmento dei crossover e i clienti ne apprezzeranno le caratteristiche. Come per i suoi predecessori, anche la terza generazione di Qashqai è stata progettata dal team di Nissan Design Europe a Londra, mentre la sua ingegnerizzazione è stata affidata al Nissan Technical Centre Europe di Cranfield, Bedfordshire, nel Regno Unito.

Design elegante e attraente

Fedele allo stile Qashqai, la terza generazione è più imponente, definita e moderna. Il nuovo Qashqai ha una linea di cintura più marcata e una presenza più robusta, grazie anche ai nuovi cerchi in lega da 20 pollici, introdotti su questa vettura per la prima volta. Il passo è più lungo di 20mm, per una lunghezza complessiva incrementata di 35mm. Aumentano anche l’altezza (+25mm) e la larghezza (+32mm). Mantiene quindi sostanzialmente le sue dimensioni esterne, una caratteristica che ha contribuito al successo delle precedenti generazioni. All’interno, il nuovo design ergonomico offre maggiore abitabilità e maggiore spazio. Sul frontale la griglia Nissan V-Motion è ora più grande, cromata e con una linea secondaria satinata per enfatizzarne la precisione. A questo, si uniscono sottili fari full LED con luci diurne a boomerang. Tutto questo insieme alle prese d’aria sotto i fari e alle linee del cofano contribuiscono a conferire al nuovo Qashqai un senso di forza. Le luci anteriori del nuovo Qashqai sono state migliorate grazie all’impiego della tecnologia a LED, cosa che ha permesso di ottenere anche un design più sottile e netto. Sulle luci posteriori è montata un’ottica graduata a goccia che crea un effetto di illuminazione 3D. Per la prima volta su un modello Nissan europeo, indicatori di direzione LED per le versioni alto di gamma. Il profilo del nuovo Qashqai è più dinamico, con una sola linea che disegna il frontale, unisce l’anteriore e il posteriore, collegandosi poi ai passaruota. Il nuovo Qashqai sarà disponibile in 11 colorazioni per gli esterni con cinque combinazioni bicolore, per 16 varianti tra cui i clienti potranno scegliere.

Interni confortevoli

Connesso, confortevole e accogliente, l’abitacolo del nuovo Qashqai fissa nuovi standard nel segmento, per una sensazione premium, un design elegante e maggiore fruibilità. Lo spazio interno è reso armonioso e rilassante in virtù della nuova illuminazione bianca che si diffonde in tutto l’abitacolo. Inoltre, è stata prestata molta attenzione all’ergonomia e all’estetica dei comandi, come la leva del cambio e i diversi pulsanti che al tatto trasmettono un senso di ricercatezza e affidabilità.

Comandi connessi

Il nuovo Qashqai presenta un sistema di infotainment avanzato con una serie servizi di connettività che includono l’integrazione con gli smartphone, In-Car Wi-Fi per collegare fino a sette dispositivi e NissanConnect Services, l’app dedicata per gestire e monitorare il veicolo. Il Nissan Connect ha un nuovo display ad alta risoluzione da 9” con il quale accedere a tutte le funzioni di navigazione, intrattenimento e impostazione ed è compatibile con Android Auto® e con Apple CarPlay®, quest’ultimo disponibile anche in modalità wireless. Il nuovo display TFT multifunzione da 12,3” interamente elettronico e ad alta definizione può essere configurato per la navigazione, l’intrattenimento, gli aggiornamenti sul traffico o le informazioni sul veicolo, tutto accessibile tramite i nuovi comandi tattili sul volante. Sullo sfondo digitale del TFT, si aggiunge anche una texture che richiama la trama del tradizionale vetro tagliato “Kiriko”, un riferimento al DNA giapponese di Nissan. L’innovativo Head Up Display (HUD) da 10,8”, il più ampio della categoria, proietta informazioni sulla navigazione, sul traffico o di assistenza alla guida sul parabrezza nel campo visivo del conducente. Le funzioni Home-to-Car sono compatibili con i dispositivi Assistente Google e con Amazon Alexa. Il sistema supporta un’ampia offerta di comandi, fra cui la possibilità di inviare le destinazioni al sistema infotainment tramite dispositivi smart per il massimo comfort. Con l’app NissanConnect si possono gestire a distanza, direttamente dallo smartphone, il clacson, le luci, l’apertura/chiusura delle porte e altri comandi. È prevista inoltre l’opzione di notifica in caso di superamento di una soglia di velocità, orario o zona preimpostata. Se non si utilizza la navigazione del telefono, i clienti possono accedere in tempo reale alle informazioni 3D Maps & Live Traffic, con opzioni avanzate come l’aggiornamento delle mappe OTA, Google Street View e prezzi del carburante. Disponibili le funzioni door-to-door e My Car Finder per ricordarsi dove è parcheggiata l’auto. La console è collegata alle porte di ricarica USB-A e USB-C anteriori e posteriori per estendere la connettività a tutti gli occupanti.

Nuovi livelli di comfort

Il nuovo Qashqai continua ad offrire al conducente il massimo controllo su strada attraverso una visibilità ottimale in tutte le direzioni. Infatti, sono state apportate diverse migliorie, come l’angolo di apertura del parabrezza più ampio, il montante anteriore più sottile, retrovisori esterni fissati alla portiera e non al montante, per ridurre al massimo gli angoli ciechi. Il passo più lungo e l’organizzazione più efficiente e razionale dell’abitacolo offrono maggiore spazio agli occupanti. Per i passeggeri nei sedili posteriori, lo spazio per le ginocchia è aumentato di 28mm per arrivare a 608mm. Anche la distanza fra i due sedili anteriori aumenta, così come lo spazio per la testa delle sedute anteriori e posteriori, 15mm in più, grazie alle dimensioni esterne leggermente superiori.

Maggiore praticità

Il portellone elettrico ad apertura automatica permette un accesso più semplice al bagagliaio, anche con le mani occupate. La capacità complessiva aumenta di 74 litri rispetto alla generazione precedente, in parte per via del pianale di carico più basso di 20mm, conseguenza della nuova configurazione delle sospensioni posteriori. Tutte le soluzioni già apprezzate nella precedente generazione, come i vani portaoggetti laterali sopra i passaruota e il Flexible Luggage Board System, sono state mantenute e migliorate. I pannelli hanno ora una nuova forma, con un lato in plastica facile da pulire e uno in resistente moquette. Il nuovo design ancora più ergonomico delle porte facilita la salita e la discesa dal veicolo, anche in caso di spazi angusti. Dove lo spazio lo consente, i genitori potranno apprezzare che le porte posteriori si aprono a 85 gradi, consentendo un accesso più facile a bambini e neonati sui seggiolini.

Propulsori elettrificati

Nissan ha l’obiettivo di raggiungere, in Europa, il 50% delle vendite totali di tipo elettrificato entro l’anno fiscale 2023. A tale obiettivo contribuirà il Nuovo Qashqai che sarà disponibile con motore benzina 1.3 DiG-T con tecnologia mild hybrid e l’innovativo ed esclusivo sistema e-POWER, al suo debutto in Europa. Il nuovo Nissan Qashqai offre molteplici configurazioni per adattarsi alle varie esigenze dei clienti, i quali potranno scegliere, oltre alle due diverse motorizzazioni, fra due o quattro ruote motrici, cambio manuale a 6 marce o nuovo Xtronic. 1.3 DiG-T BENZINA DA 140/158 CV CON TECNOLOGIA MILD HYBRID ALiS 12 V Il sistema mild hybrid 12 V del Nuovo Qashqai è una tecnologia ibrida accessibile che rende tale propulsore competitivo in termini di potenza, coppia, consumi e livello di emissioni di CO2, il tutto con un incremento di peso totale del veicolo di soli 22 kg. L’energia recuperata in fase di decelerazione (frenata rigenerativa) è immagazzinata nella batteria agli ioni di Litio e poi utilizzata per ottimizzare l’erogazione della coppia motrice (Torque Assist) in fase di ripartenza rapida. Tale energia è utilizzata anche durante l’arresto per inerzia (Coasting) nelle versioni con Xtronic, dove, a velocità inferiori a 18 km/h e con il pedale del freno premuto, il motore termico si spegne e l’energia accumulata viene usata per alimentare l’impianto elettrico del veicolo. Questo permette di ridurre i consumi di carburante e le emissioni. In accelerazione (tra 20 e 110 km/h), l’energia della batteria agli ioni di Litio è utilizzata per generare una coppia addizionale di 6 Nm per un massimo di 20 secondi, contribuendo a ridurre l’impegno richiesto al motore termico, con vantaggio, anche in questo caso, in termini di consumi ed emissioni. Il sistema mild hybrid è accoppiato al motore turbo benzina 1.3 DiG-T, introdotto su Qashqai nel 2018 e oggi ulteriormente migliorato con l’introduzione di 50 componenti progettati ex novo e la piena conformità allo standard europeo sulle emissioni Euro 6D. Il turbocompressore è ora dotato di valvola wastegate a controllo elettronico per avere tempi di risposta più rapidi; nuovi ugelli migliorano l’iniezione; gli attriti ridotti per molti componenti e un filtro antiparticolato con un nuovo substrato aiutano a ridurre le emissioni di CO2. Questo motore è disponibile in due livelli di potenza 140 e 158 CV, abbinato a una trasmissione manuale a 6 rapporti o al nuovo cambio Xtronic (solo per le versioni da 158 CV). La potenza massima viene erogata a 5.500 giri, mentre la coppia massima di 270 Nm è fruibile già a 1.750 giri sulle varianti da 158 CV con cambio manuale o Xtronic. Sulle versioni manuali, gli innesti più rapidi e diretti offrono una sensazione di maggiore sportività. Con la trasmissione Xtronic di nuova generazione si riducono i consumi e migliora l’accelerazione grazie a una serie di aggiornamenti, tra cui un nuovo impianto di lubrificazione con una doppia pompa dell’olio controllata elettronicamente. Il nuovo Xtronic coniuga l’ottima manovrabilità e fluidità di marcia nei contesti urbani e nelle accelerazioni moderate con la prontezza tipica di un cambio a doppia frizione durante le accelerazioni più vigorose. La trazione 2WD è disponibile su entrambe le versioni da 140 e 158 CV, mentre il 4WD lo è solo sui modelli con Xtronic da 158 CV. Il nuovo sistema di controllo delle quattro ruote motrici è capace di adattarsi alle condizioni esterne e allo stile di guida, basta selezionare una delle cinque modalità disponibili: Standard, ECO, Sport, Snow e Off-Road. In caso di pattinamento di una delle ruote, il tempo di risposta del sistema 4WD è stato ridotto di cinque volte ed è ora di circa 0,2 secondi, a vantaggio del controllo e della sicurezza.

E-POWER

Nuovo Qashqai segna anche il debutto europeo dell’innovativo sistema di propulsione ePOWER, una tecnologia esclusiva Nissan, componente fondamentale della Nissan Intelligent Mobility, che rappresenta un inedito approccio alla mobilità elettrica. Il sistema e-POWER di Nuovo Qashqai è costituito da una batteria ad alta capacità, un motore benzina da 157 CV con rapporto di compressione variabile, un generatore, un inverter e un motore elettrico da 140 kW di dimensioni e potenza analoghe a quelle dei veicoli elettrici della gamma Nissan. Una soluzione davvero unica, che offre l’accelerazione progressiva e lineare caratteristica degli EV, ma senza la necessità di ricarica plug-in essendo dotata di un generatore elettrico integrato a bordo. Il sistema e-POWER è già adottato in Giappone sui modelli Nissan Note e Serena ed è stato poi specificamente messo a punto per rispondere alle esigenze dei clienti europei. Ad esempio, su Note la batteria viene caricata da un motore benzina da 1.2 litri e il motore elettrico eroga una potenza di 108 CV. Per l’Europa, invece, il motore benzina è da 1.5 litri e la potenza del motore elettrico è pari a 190 CV (140 kW). L’elemento di unicità di e-Power è che il motore benzina viene usato esclusivamente per generare elettricità, mentre le ruote sono azionate solo dal motore elettrico. Questo significa che il motore termico funziona sempre nel suo range ottimale, massimizzando l’efficienza dei consumi e riducendo le emissioni di CO2. La spinta propulsiva è interamente fornita dal motore elettrico e non c’è il ritardo tipico dei motori termici o degli ibridi tradizionali. L’erogazione di coppia potente e immediata garantisce un’accelerazione brillante a tutte le velocità. Il nuovo Qashqai e-POWER si avvale del sistema e-Pedal, simile a quello di LEAF, che consente di gestire il veicolo con un solo pedale.

Piattaforma CMF-C

Il nuovo Qashqai è il primo modello in Europa a usare la piattaforma CMF-C dell’Alleanza, che rappresenta l’avanguardia in termini di strutture e architetture tecnologiche nel settore Automotive. In termini di dimensioni, Nissan ha scelto le proporzioni dell’attuale Qashqai, che ne hanno decretato il successo, permettendo al veicolo di destreggiarsi nei contesti urbani e garantire al tempo stesso un’eccellente abitabilità interna. Per la realizzazione della scocca gli ingegneri hanno optato per un materiale più leggero e adottato sofisticate tecniche di stampaggio e saldatura, che aumentano la robustezza e riducono il peso. Per la prima volta, il portellone posteriore di Qashqai è realizzato con un materiale composito che lo alleggerisce di 2,6 kg. Porte anteriori e posteriori, parafanghi anteriori e cofano sono ora interamente realizzati in alluminio, cosa che permette di risparmiare 21 kg di peso. Tutte queste scelte progettuali e realizzative si traducono in una scocca più leggera di 60 kg e più rigida del 41% rispetto a quella attuale, che vuol dire estremo comfort e maneggevolezza, sicurezza ed efficienza globale dell’auto, caratteristiche tipiche delle vetture dei segmenti superiori.

Nuove sospensioni e nuovo sterzo

La nuova piattaforma CMF-C, grazie all’elevata rigidità torsionale, consente un preciso posizionamento delle sospensioni e una maggiore reattività in fase di sterzata, offrendo al guidatore il pieno controllo della vettura anche nei percorsi più impegnativi. Le sospensioni McPherson disposte sulle quattro ruote, ora con una nuova messa a punto per migliorare lo smorzamento delle irregolarità stradali, garantiscono una marcia più silenziosa e composta su ogni superficie. Per i modelli con cerchi da 20” e tutte le versioni a trazione integrale le sospensioni sono multi-link. Il servosterzo è stato ulteriormente perfezionato e offre una migliore reattività, più sensibilità nell’intervallo di centratura e un minore attrito.

Una nuova versione del sistema di assistenza alla guida ProPILOT

La terza generazione di Qashqai è equipaggiata con il nuovo sistema ProPILOT, che assiste il guidatore in un numero sempre più ampio di situazioni. Denominato “ProPILOT con Navi-link”, il sistema è stato progettato per ridurre l’affaticamento e lo stress di chi è al volante anche grazie a un’interfaccia molto intuitiva (Disponibile solo con cambio Xtronic). ProPILOT con Navi-link può regolare accelerazione e frenata nella singola corsia quando si viaggia in autostrada. In situazioni di traffico, può rallentare la vettura fino a fermarla e può farla ripartire automaticamente (se l’arresto dura meno di 3 secondi) quando le vetture di fronte riprendono a muoversi. Il nuovo ProPILOT di Qashqai è ora in grado di adattare la velocità del veicolo in base a un’aggiornata serie di circostanze esterne. Ad esempio, quando si viaggia in tratti autostradali con limiti di velocità più bassi, il sistema è in grado di leggere i segnali stradali e tenendo conto della velocità impostata dal navigatore può rallentare la vettura per rispettare i limiti in quel tratto, tutto senza che il guidatore debba regolare manualmente le impostazioni del navigatore. Il sistema, inoltre, acquisisce i dati dal navigatore ed è in grado di regolare la velocità nelle curve o sulle rampe delle uscite autostradali. Ma non è tutto. ProPILOT con Navi-link può comunicare con i sensori radar di Qashqai che controllano gli angoli ciechi e può intervenire sullo sterzo per aiutare a prevenire il cambio di corsia se è presente un altro veicolo nella zona di angolo cieco. Altri aggiornamenti comprendono il sistema di “protezione fiancate” che avvisa il guidatore in città se c’è il rischio di urtare i lati del veicolo, come può accadere durante manovre in spazi stretti. Può intervenire anche per evitare incidenti in retromarcia in uscita dai parcheggi, grazie al perfezionamento del sistema Moving Object Detection, che ora può azionare i freni se rileva un ostacolo in movimento nelle vicinanze. Una maggiore sicurezza è ora garantita dal nuovo Intelligent Forward Emergency Braking di Nissan con funzione predittiva. Un’avanzata tecnologia radar legge la strada oltre l’auto che precede e rileva se un veicolo frena improvvisamente. In tal caso, il sistema attiva l’impianto frenate per ridurre la probabilità di una collisione. Sempre in tema di sicurezza, è ora presente un nuovo airbag centrale, che si dispiega tra i due sedili anteriori, per evitare che gli occupanti urtino l’un l’altro in caso di impatto laterale. L’airbag centrale integra quelli di conducente e passeggero, così come quelli laterali e a tendina montati di serie sul nuovo Qashqai.

Fari LED intelligenti

Per il nuovo Qashqai, gli ingegneri Nissan hanno sviluppato dei sofisticati gruppi ottici che adattano la forma del fascio luminoso in base alle condizioni stradali e alla presenza di altri utenti. Il fascio è diviso in 12 elementi singoli che si disattivano in modo selettivo se viene rilevato un veicolo in avvicinamento dalla direzione opposta. Grazie a questa innovazione, la luce dei fari resta ampia e profonda, ma il profilo proiettato cambia per non abbagliare gli altri guidatori.

Nuova generazione per l’HR-V

Honda ha svelato oggi, in anteprima mondiale, la nuova generazione del SUV compatto HR-V, per la prima volta disponibile con la potente tecnologia ibrida a due motori e:HEV. Il nuovo HR-V, oltre ad un’eccezionale efficienza, può vantare soluzioni tecnologiche innovative e funzioni di sicurezza all’avanguardia; il tutto esaltato da un design raffinato e moderno, da vero SUV coupé, e da livelli di spazio e comfort ai vertici della categoria, gli stessi che hanno reso questo modello apprezzatissimo in tutto il mondo.

Disponibile in Europa dalla fine del 2021, il nuovo HR-V è l’ultimo modello di Honda, in ordine cronologico, a distinguersi per il logo e:HEV (Hybrid Electric Vehicle), andando ad affiancare la gamma CR-V Hybrid e la JAZZ ibrida lanciata nel 2020. Con questo ulteriore modello dall’anima green, Honda compie un ulteriore passo in avanti verso l’obiettivo dichiarato di elettrificare i principali modelli europei entro il 2022.

SUV dal carattere premium

La nuova generazione ibrida HR-V e:HEV vanta forme compatte esaltate da un design da vero SUV coupé. Questo nuovo modello rappresenta un’ideale evoluzione delle moderne scelte stilistiche inaugurate dalla Casa di Tokyo a partire dagli ultimi modelli elettrificati recentemente introdotti. Scelte che danno vita a un SUV dalle forme morbide e pulite con un look capace di coniugare funzionalità e bellezza.

Il nuovissimo frontale vanta un’audace griglia integrata, mentre la forma slanciata della carrozzeria include il cofano lungo e nitidi profili verticali che non compromettono lo spazio interno. Il cofano piatto e ribassato ha una linea che scorre fino alla base dei montanti anteriori, amplificando il senso di stabilità e di sicurezza di HR-V e migliorando l’impatto estetico tipico dei SUV.

Eccezionale praticità, comfort e versatilità

Il nuovo HR-V offre un’eccellente combinazione di design in stile SUV ed elevati livelli di spazio a bordo, grazie ad un’intelligente progettazione dei componenti del propulsore ibrido. In questo modo, i progettisti di Honda sono riusciti ad ottenere un comfort ai vertici della categoria, pari a quello della generazione precedente, in grado di ospitare 4 adulti nella massima comodità.

Proprio come il design esterno, anche gli interni ricreano le tipiche sensazioni di solidità e muscolarità di un SUV di segmento superiore, utilizzando rivestimenti e materiai moderni dalla texture raffinata. L’estetica contemporanea e minimal, esaltata dalla plancia che si sviluppa orizzontalmente, è il frutto di un lavoro di progettazione improntato all’essenza della semplicità, dove ogni elemento trova la giusta e perfetta collocazione contribuendo a far sentire a proprio agio guidatore e passeggeri. Il nuovo sistema di climatizzazione, che vanta esclusive bocchette a forma di “L” ai lati superiori della plancia, favorisce un maggiore ricircolo dell’aria attorno ai sedili dei passeggeri offrendo, così, un ambiente ancora più arieggiato.

Grazie al layout compatto del propulsore ibrido e:HEV ed alla posizione centrale del serbatoio, il nuovissimo HR-V mantiene i famosi Sedili Magici regolabili nelle configurazioni “fold-flat” o “flip-up” (ossia sedili abbattuti o sollevati) a seconda delle esigenze di carico.

Il nuovissimo HR-V ibrido e:HEV sarà disponibile in Europa dalla fine del 2021.

domenica 14 febbraio 2021

Nissan presenta la versione speciale LEAF10

 
Versione speciale per la Leaf

Nissan presenta LEAF10, una versione speciale per celebrare i 10 anni di successi della prima vettura 100% elettrica pensata per il mercato di massa.

Disponibile a breve nelle concessionarie italiane nella versione da 62 kWh, LEAF10 amplia le dotazioni tecnologiche con il sistema Wi-Fi di bordo e nuovi servizi di connettività. La versione speciale è equipaggiata inoltre con i sistemi avanzati di assistenza alla guida ProPILOT e e-Pedal, per una guida più sicura e confortevole.

Design esterno ancora più elegante

Fedele al DNA giapponese di Nissan e ispirato allo stile di Ariya, il design di LEAF10 presenta un motivo kumiko, un disegno geometrico giapponese, che impreziosisce gli specchietti retrovisori, la linea del tetto e il bagagliaio e si combina perfettamente con il badge della vettura presente sul montante C.

I clienti possono scegliere fra due opzioni di colorazioni disponibili – Pearl White e Dark Metal Grey entrambe con tetto nero di serie.

LEAF10 è dotata di cerchi in lega da 17 pollici, per estetica e prestazioni ancora più dinamiche.

Tecnologie intelligenti e connesse

LEAF10 grazie all’In-Car Wi-Fi hotspot di bordo e al sistema 4G integrato permette di connettersi a Internet e collegare fino a sette dispositivi, per soddisfare ogni esigenza dei passeggeri, specialmente durante i lunghi viaggi.

Inoltre, con l’app NissanConnect Services è possibile tramite smartphone svolgere alcune operazioni da remoto quali: controllare il livello di carica della batteria, aprire o chiudere il veicolo, programmare l’accensione del climatizzatore.

Sempre da remoto, impostando un sistema di notifiche, i proprietari di LEAF10 possono sapere se la propria vettura è utilizzata al di fuori di un’area predefinita o supera una soglia di velocità.

Tecnologie intelligenti anche a servizio della sicurezza, come il Sistema Intelligente di avviso e intervento angolo cieco, che avverte il guidatore e riporta il veicolo in carreggiata quando rileva una situazione di potenziale pericolo in fase di sorpasso.

La gamma Nissan LEAF attualmente disponibile in concessionaria è a partire da 20.800 euro. Nissan LEAF10 sarà disponibile a breve nelle concessionarie italiane e il prezzo sarà comunicato nei prossimi giorni.

domenica 7 febbraio 2021

Nuova Ypsilon, l’eleganza che ti libera


Debutta la nuova Ypsilon: contemporanea, tecnologica, 100% EcoChic e sempre elegante e raffinata. Ypsilon è rinnovata nello stile, con nuove linee ispirate all’eleganza e raffinatezza italiana, e nella tecnologia. Nuovo stile: nuova calandra, nuovo frontale e nuovi proiettori DRL Led. Un nuovo e ricercato colore di lancio: Blu Elegante. Nuova tecnologia: nuova radio con schermo touchscreen 7” con Apple CarPlay e Android Auto per essere sempre connessi e motorizzazioni EU-6D Final e anche Hybrid. Benessere a bordo grazie al Kit EcoChic, di serie su tutta la gamma che aiuta a mantenere l’igiene dell’ambiente interno. La nuova gamma Ypsilon a partire da 9.500€ grazie agli incentivi governativi e al finanziamento offerto da FCA Bank. Cambio d’abito per Lancia Ypsilon che in questo inizio 2021 si presenta con un nuovo look, nuovi allestimenti e una gamma motori rinnovata.

Leader di mercato tra le city car, dal 2011 Lancia Ypsilon è sempre stata sul podio del segmento B, guadagnandosi l’appellativo di fashion city car, perché i suoi clienti l’hanno scelta per lo stile, il design e quell’eleganza tutta italiana che da sempre la contraddistingue.

Eleganza e stile La Ypsilon oggi è più seducente, misteriosa e sofisticata e ha una nuova espressione. Per farlo si ispira anche al suo passato, al DNA del Brand Lancia: a quella capacità di innovare, a quella eleganza e raffinatezza italiana che sono, da sempre, il suo modo di essere. L’obiettivo era continuare la tradizione di eleganza della vettura intervenendo sulla ricercatezza dei trattamenti dei dettagli come la preziosità dei singoli componenti, il tutto con un approccio innovativo. Da qui nasce l’idea del ritorno alla griglia verticale, stilema delle vetture Lancia del passato, riletta in chiave più contemporanea. Nuova anche la calandra e i gruppi ottici, che regalano al modello uno sguardo più profondo e un sorriso – merito della goffratura interna a laser – e un carattere innovativo grazie all’uso della tecnologia DRL Led, un contenuto di stile – che dona contemporaneità – e anche di tecnologia. Il risultato è un frontale che dona a Ypsilon nuova espressività ed empatia, ma sempre nel segno dell’eleganza e della raffinatezza.

Esternamente, tutti i cromi sono stati resi satinati – dal profilo della calandra alle maniglie, ai loghi Ypsilon presenti sulla vettura – oltre a conferire maggiore dinamicità e contemporaneamente ricercatezza e tecnologia. Anche la palette colori riserva delle novità, a cominciare dalla nuova proposta della nuance di lancio, il Blu Elegante: il passaggio alla nuova contemporaneità di Ypsilon è evidenziato dalla rivisitazione del Blu Lancia, che nella versione metallizzata Blu Elegante, appare ora più tecnico e ispirato agli oggetti di design.

Nuovo outfit anche per gli interni che si presentano in due allestimenti: Silver e Gold. Silver, ha un’eleganza più casual, più informale, indossa materiali rubati all’abbigliamento sportivo. I tessuti tecnici e le texture che ricordano le felpe che ormai si indossano anche fuori dalle palestre. Accanto ai toni del grigio, è stata introdotta una variante blu che si lega al nuovo colore degli esterni.

Nel trim Gold è stato introdotto un nuovo allestimento giocato sui toni del nero e del blu con la rivisitazione dello Chevron, un grande classico Lancia reinterpretato in chiave contemporanea, realizzato attraverso un lavoro di elettrosaldatura in 3D che dà un’immagine molto ricercata e preziosa, in perfetto stile Ypsilon.

Altra novità l’adozione del SEAQUAL® YARN, un materiale innovativo e sostenibile. Il tessuto SEAQUAL® YARN nasce riciclando la plastica raccolta nel Mediterraneo: il filato durante la fase di tessitura, viene unito con altre fibre ecologiche sempre naturali, riciclate o recuperate. E per chi non vuole rinunciare all’eleganza dell’Alcantara è disponibile il Pack Gold Plus.

Tecnologia, sostenibilità e benessere a bordo

Il rinnovamento del modello passa anche dalle dotazioni tecnologiche a bordo. Così la nuova Ypsilon offre un nuovo sistema di infotainment con radio 7” touchscreen e disponibilità di Apple CarPlay e Android Auto, per essere sempre connessi. Lancia Ypsilon continua a essere contemporanea.

Contemporaneità vuol anche dire fare scelte sostenibili: lo scorso maggio infatti è stata presentata Ypsilon Hybrid EcoChic, l’ibrido secondo Lancia, equipaggiata con il motore a benzina Firefly 3 cilindri da 1 litro e 70 CV (51,5 kW), abbinato a un motore elettrico BSG (Belt integrated Starter Generator) da 12 volt e una batteria al litio che permette di ridurre i consumi e le emissioni di CO2 sino al -13% , rispetto alla corrispondente motorizzazione benzina, e consente di accedere ai benefici fiscali e di circolazione riservati ai veicoli ibridi, in base alle normative locali.

Attenzione nei confronti dell’ambiente che si coniuga con cura e benessere per chi è a bordo. Nuova Ypsilon offre di serie su tutta la gamma il nuovo Kit EcoChic composto dal filtro aria abitacolo particellare polyphenol Prime. Si stima che circa il 30% della popolazione mondiale soffra di allergia al polline, e tale numero è raddoppiato negli ultimi dieci anni: inquinamento, cambiamenti climatici e riscaldamento globale contribuiscono all’aumento delle reazioni allergiche. I filtri per l’abitacolo aiutano a trattenere le impurità in ingresso attraverso le prese d’aria della vettura o l’impianto di riscaldamento/climatizzazione.

I filtri MOPAR Prime sono filtri a carboni attivi con un ulteriore trattamento a base di Polifenoli, molecole organiche diffuse nelle piante e note per le proprietà anti-allergiche, anti-ossidanti ed anti-infiammatorie, in grado di incapsulare gli agenti allergeni. Grazie all’aggiunta di strato filtrante impregnato di polifenoli, i filtri Mopar Prime sono quindi in grado di trattenere gli allergeni. Questi i principali vantaggi del Kit EcoChic: Blocca il particolato (PM 2.5) oltre il 98% Cattura oltre il 99% di allergeni Riduce il proliferare di muffe e batteri di oltre il 98%

Le soluzioni di mobilità di Leasys

La nuova Lancia Ypsilon può essere guidata con le soluzioni di mobilità di Leasys. Ad esempio, con il noleggio a lungo termine di Leasys si può avere la nuova Lancia Ypsilon 1.0 70cv Firefly Hybrid Silver a 169€ iva inclusa con la formula pay per use Leasys Miles Plus a 48 mesi. Tale formula permette di sostenere un canone base molto competitivo e pagare solo 0,18€/km per i chilometri effettivamente percorsi. I primi 1.000 chilometri sono già inclusi nel canone.

In alternativa si può guidare la YPSILON 1.0 70cv Firefly Hybrid Silver a 269€ iva inclusa per 48 mesi e 60.000 km con la formula Leasys Be Free, che permette di restituire l’auto dopo i primi 18 mesi se cambiano le esigenze di mobilità, senza pagare alcuna penale di restituzione anticipata. Il contratto inoltre dà il diritto di prelazione sull’acquisto della vettura a fine noleggio in caso di vendita da parte di Leasys; il prezzo di riacquisto della vettura è noto sin dalla fase iniziale di sottoscrizione del contratto (7.500€ IVA INCLUSA nel caso del modello e offerta suddetti).

Le soluzioni finanziarie FCA Bank per la nuova Ypsilon

FCA Bank è al fianco del brand Lancia per supportare il lancio della nuova versione del suo modello iconico. Chi desidera mettersi al volante della nuova Ypsilon potrà beneficiare, durante la fase di lancio, di un vantaggio aggiuntivo di 1.500€, proposto su tutte le soluzioni finanziarie promozionali di FCA Bank. In aggiunta, con la struttura finanziaria ratele, il cliente potrà godere di un ulteriore facilitazione, grazie al differimento della prima rata a Gennaio 2022.

Oltre al rateale tradizionale, è disponibile il programma che permette al cliente la possibilità di scegliere, alla fine del contratto, se sostituire la vettura acquistandone una nuova, tenere l’auto pagando la Rata Finale Residua oppure restituirla. Tra il ventaglio delle offerte, FCA Bank mette a disposizione anche il Private Lease, ideale per chi cerca l’alternativa all’acquisto sia che si tratti di professionisti sia di privati. A completamento delle strutture finanziarie, FCA Bank propone un’intera gamma di servizi assicurativi, tutti abbinabili al contratto di finanziamento.

Mazda svela la MX-5 MY2021

La leggendaria roadster di Mazda, che ha fatto sognare nell’arco di 32 anni 1,1 milioni di guidatori nel mondo, fa il suo debutto sul mercato italiano. La MX-5 2021 mantiene il suo carattere inconfondibile, un piacere di guida emozionante ed unico ora accompagnato da una serie di piccoli affinamenti di prodotto volti a rendere ancora più profondo il suo leggendario piacere di guida.

La MX-5 2021, disponibile sia nella versione classica Soft Top con tetto ad azionamento manuale in tela sia RF (Retractable Fastback, con tettino rigido a scomparsa) pur rimanendo invariata nelle linee già premiate con il World Car Design of the Year, viene ora offerta con 7 tinte diverse tra cui spicca il nuovo Deep Crystal Blue Mica che esalta ancora di più il suo apprezzato approccio stilistico. Per quanto riguarda gli allestimenti interni, la MX-5 2021 annovera ora, oltre alla disponibilità di serie di rivestimenti in pelle nera e sedili riscaldati, anche la possibilità di scegliere in opzione due alternative di rivestimenti in materiali pregiati: la Pelle nappa Burgundy Red e la pelle nappa Pure White che accentuano l’atmosfera di qualità dell’abitacolo, accogliente e coinvolgente per chi guida.

Per quanto riguarda le dotazioni, tutte le MX-5 2021 sono ora dotate di serie del supporto alla connessione wireless per Apple CarPlay, che consente al conducente di rimanere sempre connesso mantenendo la concentrazione sulla strada. Alla sicurezza contribuisce anche la conformazione del posto guida centrato sul pilota, frutto di una progettazione umanocentrica dell’abitacolo che presenta una disposizione ideale dei comandi di guida, perfetta per mettere in immediata sintonia il guidatore con la vettura.

A livello di motorizzazioni la MX-5 2021 dispone di unità quattro cilindri a benzina Skyactiv-G 1.5 da 132 CV e Skyactiv-G 2.0 da 135 184 CV (consumo di carburante nel ciclo combinato WLTP: 6,3-6,9 l/100 km; emissioni CO2: 142-145 g/km) dotate di cambio manuale a 6 rapporti; grazie al sistema i-Stop e alla tecnologia i-ELOOP che immagazzina l’energia generata in frenata in un condensatore, entrambi i motori si contraddistinguono per le loro elevate prestazioni (accelerazione 0-100 Km/h in soli 6,5″ per la Soft Top 2.0L da 184 CV) nel pieno rispetto della normativa antinquinamento Euro6d.

Con il suo assetto perfettamente bilanciato, la distribuzione 50:50 del peso fra assale anteriore e posteriore, la MX-5 2021 è la massima espressione dello spirito Jinba Ittai di Mazda, la perfetta unione tra uomo e auto. Splendida da guidare ma anche estremamente sicura grazie alle tecnologie di sicurezza attiva i-Activsense che comprendono la frenata di emergenza in città anteriore e posteriore (SCBS e SCBS-R), il monitoraggio degli angoli ciechi (BSM), il sistema di rilevamento della fatica del guidatore (DAA), i fari LED a matrice adattiva (ALH) e tanto altro ancora.

Assieme al modello 2021, la MX-5, nella versione soft top con motorizzazione 1.5L Skyactiv-G 132 CV ed RF con motorizzazione 2.0L Skyactiv-G 184 CV, tutte con cambio manuale, sarà inoltre disponibile anche con l’esclusivo allestimento 100th Anniversary, ispirato alla prima auto Mazda, la R360 Coupé.

Il line-up della MX-5 2021 prevede due allestimenti, Exceed e Sport, con motorizzazioni rispettivamente 1.5L e 2.0L a un listino compreso tra i 31.800 Euro e i 35.450 Euro per le versioni soft top, e di 37.950 Euro per la versione hard top RF – Retractable Fastback – presente in gamma solo nella motorizzazione più potente e nell’allestimento Sport. Il prezzo delle versioni speciali celebrative 100th Anniversary invece è di 33.700 Euro per la versione soft top 1.5L e di 38.200 Euro per la RF 2.0L.

Nella dotazione di serie dell’Exceed spiccano i rivestimenti in pelle, il sistema infotainment MZD Connect con navigatore integrato, l’impianto audio BOSE, i cerchi in lega e i fari full LED a matrice. La versione Sport aggiunge le sospensioni sportive Bilstein, la barra duomi anteriore, i sedili sportivi Recaro e il differenziale autobloccante di tipo meccanico. L’edizione celebrativa dei cento anni della Casa automobilistica giapponese è caratterizzata invece dalla colorazione esterna Snowflake White Pearl a contrasto con i sedili interni in pelle Nappa Burgundy Red con poggiatesta anteriori con logo goffrato, i badge esterni, i coprimozzi centrali con logo esclusivo ed una serie di ulteriori dettagli.

La MX-5 2021 è già ordinabile presso gli showroom Mazda anche con l’esclusiva formula di acquisto Get&Drive che prevede la possibilità di acquistare la MX-5 con un anticipo pari alla metà del prezzo, guidandola per due anni senza rate né interessi per poi, alla scadenza del contratto, decidere se restituire l’auto, tenerla o sostituirla. I primi esemplari sono in arrivo presso le concessionarie Mazda nel mese di febbraio.

venerdì 5 febbraio 2021

Tre consigli per un parcheggio senza stress


Presto tornerà il momento in cui si tornerà a viaggiare! In auto, in treno, su una nave o prendendo l'aereo... tutto questo ritornerà la normalità, come normale diventerà anche pensare per tempo a dove parcheggiare la macchina quando si arriva in aeroporto a Bergamo. L'Aerporto Orio al Serio sarà anche non così grande e trafficato come Linate e Malpensa, ma si tratta comunque di uno dei tre aeroporti dell'area di Milano e punto di partenza e arrivo per viaggi turistici e d'affari. Non a caso infatti è il terzo aeroporto italiano per numero di passeggeri; di conseguenza, nei momenti di grande afflusso, il parcheggio all'aeroporto di Bergamo deve essere ben ponderato ed organizzato. Ma come fare? Ecco alcuni consigli:

1) Considera aziende rispettabili

sono molte agenzie che hanno aperto un parcheggio nelle vicinanze dell'aeroporto. Per essere sicuro, scegline una che ha guadagnato le soddisfazioni dei clienti grazie alle recensioni positive online o al consiglio di qualche amico. L'aeroporto di Bergamo, come detto, è uno dei più trafficati e sicuramente conoscerai qualcuno che almeno una volta è partito da qui.

2) Confronta i prezzi

Grazie all'app di parcheggi è possibile confrontare le varie opzioni ed i prezzi proposti dai parcheggiatori vicino all'aeroporto di Bergamo. Questa ti aiuterà a scegliere la migliore agenzia di parcheggi tra le scelte disponibili a lunga e breve permanenza.

3) Consulta i termini e le condizioni

Prima di prenotare, leggi attentamente i termini e le condizioni del parcheggio. E' importante infatti sapere quali sono i tuoi diritti. Cosa succede nel caso di furto? Cosa succede se si trova l'auto danneggiata? Come funziona se, una volta partiti, si vuole prolungare il soggiorno e, di conseguenza, anche il parcheggio? Le risposte a queste ed altre domande non devono lasciare spazio a dubbi.

Non ridurti ad arrivare il giorno della partenza da Bergamo per scoprire che il parcheggio dell'aeroporto è al completo! Ogni minuto prima del viaggio è prezioso e stressarsi per cercare un'alternativa non vale la pena. Il parcheggio all'aeroporto di Bergamo può essere organizzato con calma prima di partire, in modo da arrivare al giorno della partenza rilassato e pronto a volare.

domenica 31 gennaio 2021

Ecco la nuova Mazda 3 Sedan

Con l’arrivo della versione 2021 della Mazda3, l’ultima evoluzione della compatta Mazda protagonista nel segmento C, viene introdotta nel mercato italiano la versione berlina dell’accattivante e sportiva due volumi. Sin dal lancio della quarta generazione della Mazda3 nel 2019 è stata forte la curiosità della clientela verso la versione berlina. In considerazione di ciò e alla luce del successo ottenuto anche negli altri mercati europei, Mazda Italia ha deciso di arricchire l’offerta integrando nel listino la carrozzeria berlina.

La Mazda3 Sedan è un’auto con una personalità nettamente distinta e complementare rispetto alla versione 5 porte. Si rivolge a un target diverso per età ed esigenze, un cliente che predilige l’eleganza e il prestigio di una berlina alla compattezza e sportività di una hatchback. La Nuova Mazda3 Sedan fa infatti della sua raffinata bellezza classica il principale elemento di attrattiva. In un unico movimento fluido dal frontale al posteriore, l’andamento delle superfici lisce della Mazda3 Sedan evoca bellezza classica e proporzioni perfette. Le tipiche ali della calandra anteriore della Mazda3, nere sulla 5 porte, sono ora cromate per accentuare la percezione di qualità propria di una berlina di classe. Il risultato nel suo insieme è una espressione di eleganza matura e raffinata.

La diversa conformazione della carrozzeria, oltre a connotare stilisticamente la vettura, consente anche alla Mazda3 Sedan di poter vantare di una eccellente capacità di carico: 450 litri (che diventano 1.138 abbattendo i sedili posteriori) di capienza che la pongono ai vertici della categoria.

Per quanto riguarda il layout degli interni, la Mazda3 Sedan offre lo stesso design semplice e raffinato della 5 porte, con un posto guida che presenta il classico sviluppo simmetrico e orizzontale basato sulla filosofia ”less is more“ di Mazda. A differenziare la berlina è però la disponibilità, sull’allestimento top di gamma, di una esclusiva e sofisticata pelle Pure White come alternativa alla classica pelle Black.

La Mazda3 Sedan è disponibile in tre allestimenti con tre motorizzazioni benzina, tutte ibride:

Executive con motore Mazda M Hybrid Skyactiv-G da 122 CV, disponibile con il solo cambio manuale; Exceed con motore Mazda M Hybrid Skyactiv-G da 150 CV, disponibile con cambio manuale e automatico; Exclusive con motore Mazda M Hybrid Skyactiv-X da 186 CV disponibile con cambio manuale e automatico; Tutti i propulsori sono infatti dotati della tecnologia Mazda M Hybrid per un sensibile abbattimento dei consumi e delle emissioni di CO2. In particolare le versioni con motorizzazione 2.0L Skyactiv-G da 122 CV e 150 CV con cambio manuale a 6 rapporti e 2.0L Skyactiv-X sia con cambio manuale che con cambio automatico hanno un livello di emissioni di CO2 nel ciclo WLTP entro il limite dei 135 g/km; questo permette l’accesso agli incentivi statali di 1.500 Euro in caso di rottamazione, che il Governo italiano ha introdotto con la legge di bilancio 2021, a cui si aggiunge l’Ecobonus Mazda di ulteriori 3.000 Euro.

Mazda3 Sedan è già ordinabile ed è prevista in arrivo nelle concessionarie italiane nel mese di febbraio con un prezzo di listino che va dai 26.800 Euro per la versione 2.0L Skyactiv-G 122 CV Executive fino ai 33.500 Euro della 2.0L Skyactiv-X Exclusive.

domenica 24 gennaio 2021

Ferrari Roma. Quando potenza e temperanza di stile si scoprono sorelle

ROBERTO BERLOCO - Quattro metri e sessantasei di lunghezza per quasi due metri di larghezza. Le misure sono quelle tipiche, ma non si tratta d’una Ferrari nel senso tradizionale del termine. Meglio: non è una Ferrari nel senso ipermuscolare al quale la platea mondiale è abituata. Non è una Ferrari secondo l’eco chiamata alla mente ogni volta che s’invochino le sue impressionanti caratteristiche. Non è una Ferrari che abbia diritto immediato all’estasi visiva nel passaggio in strada. Non è una Ferrari di quelle destinate a far da alveari di curiosi ammiratori, una volta parcheggiata. Insomma, non è una di quelle Rosse che la storia ci ha abituati a riconoscere, rasentando l’infarto al solo vederla sopraggiungere di lontano, con quella superba livrea che, ogni volta, pare il lampo che precede il tuono d’un motore rigurgitante di maestosi e regali cavalli.

Eh si, perché stavolta, a Maranello, hanno deciso di percorrere binari diversi, sia pure rigorosamente restando nella tratta che, dalla Ferrari, porta sempre alla Ferrari.

Premesso che, se non fosse per il richiamo alla Dolce Vita, cioè a quel certo stile in voga nella capitale d’Italia tra gli anni ’50 e ’60 del secolo scorso, sublimato dal regista Fellini ed espresso a chiare lettere nel sito ufficiale della Ferrari, sarebbe tanto parso che, a voler essere omaggiata, fosse più la Caput Mundi col suo fascino d’eternità che l’urbe più rappresentativa del Bel Paese, la Roma, si, proprio questo il suo nome, è una gemma che raccorda eleganza con la sportività tipica dei bolidi del Cavallino rampante, ma pure secondo una foggia che, nella discrezione, trova un proprio significativo equilibrio. Con questa che, con una parentela stretta con la Portofino, rappresenta l’ultima tra le produzioni in ordine di tempo della Casa romagnola, s’avvera, cioè, una sorta di temperanza stilistica che mancava da tempo nella vetrina della Casa motoristica più prestigiosa d’Italia. Per maggior esattezza, dai tempi della 250 GT Berlinetta, una granturismo di oltre sessanta anni fa, della quale si ricordano chiare ambizioni di pista.

Lo dice il primo colpo d’occhio: sia pure correndo su piani paralleli che, al di là della comune appartenenza alla categoria delle cosiddette “Super Car”, non s’incrociano e mai s’incroceranno, si può subito ritenere che la Roma realizzi quel che viene bene solitamente alle Porsche, vale a dire il saper creare aristocratica distinzione senza di mezzo l’eccesso tipico della categoria.

La conseguenza principale, peraltro apprezzata da non pochi tra quei pochissimi che possono permettersi d’accedere ai corrispondenti prezzi di listino, sta nell’opportunità di evitare gli sciami di adoratori ad ogni sosta, senza rinunziare al prestigio della griffe e alla portentosa sostanza di qualità con cui questo si giustifica. Senza ricusare un naturale primato d’eleganza, poterla guidare nel traffico quotidiano e non curarsi d’altro che di godere del piacere di guidarla. E, insomma, scusate se è poco.

Ma se le forme sembrerebbero condurre a quieti intendimenti, ciò che le stesse rivestono racconta di un classico purosangue Ferrari.

Prendendo, ovviamente, dal possente motore, un biturbo anteriore centrale da 3.9 litri, con otto cilindri in grado di trasmettere una potenza di 620 cavalli alle ruote posteriori. Dunque, trazione dietro e non integrale, scelta probabilmente dettata dal titolo del tema del richiamo ad un certo passato, ma senza, per questo, compromettere la precisione di guida e la stabilità, neanche alle più elevate velocità, compresa la massima di 320 km/h.

Ufficialmente, la Roma è una 2+2, ma, in realtà, i posti dietro vanno bene solo per persone di piccola statura, come bambini ad esempio, oppure per sistemarci semplice roba.

Per quanto sia innegabile una certa derivazione dalla Portofino, che potrebbe passare per la versione scoperta, è altrettanto chiaro che, da questa, se ne differenzi decisamente. Ad esempio per il telaio, simile ma diverso in gran parte dei suoi elementi costitutivi; o, ancora, per il cambio robotizzato con doppia frizione e quattro coppie di rapporti, abbastanza più rapido negli innesti rispetto alla variante, per così dire, cabriolet.

La linea della carrozzeria, tra le più indovinate per far breccia anche nel cuore dei non ferraristi, rimane invariata sino ai 100 km/h. Dopo, un’ala, nascosta sotto l’area superiore della coda, si eleva fino a produrre un carico di quasi cento chili, anche se, nella regola, funziona a regime d’un terzo di questa capacità.

Anche all’interno dell’abitacolo, vengono confermate le caratteristiche naturalmente salienti d’una Ferrari di razza, con il pieno delle tecnologie più avanzate in tema di comandi, ben due schermi a disposizione, nel quadro del cruscotto e nella zona alta del ponte, con tutto ciò che di maggiore avanguardia offre oggi l’infotelematica di bordo. Tra l’altro, chicca degna d’entusiasmo è la possibilità opzionale d’uno terzo schermo, riservato esclusivamente al passeggero, per i comandi che gli occorrono, ad esempio la regolazione del sedile, nonché una certa completezza di informazioni sullo stato della vettura, comprese le indicazioni su velocità e sulla modalità di guida selezionata.

L’abbondanza di pelle non solo per le sedute e di ottimi materiali adoperati anche per i particolari più nascosti, completa il quadro di quella che, come tutte le creature partorite a Maranello, ha il compito non solo di dare fuoco ad un’emozione, ma pure di tener viva questa nel tempo, proprio come avviene per quei vini che nascono già pregiati e, con il passare del tempo, sono destinati ad esserlo sempre di più.

L’ultimo dato, per un tale gioiello che si è anche conquistato il Premio “Design Award 2020”, quello del prezzo, di poco superiore ai 200.000,00 euro. Una somma che se, per i più, rappresenta un sogno al pari di questa Ferrari, fa tanto di particolare di secondo piano per quegli appassionati o, anche, facoltosi collezionisti, i quali non intendano rinunziare a completare il proprio garage con quel qualcosa di speciale di cui avvertivano la mancanza.

Toyota presenta la C-HR GR Sport

Toyota presenta la nuova versione sportiva C-HR GR SPORT ispirata ai modelli GR di Toyota, orientati alle prestazioni e ai colori delle livree di TOYOTA GAZOO Racing.

Il nuovo modello aggiunge maggiore esclusività e prestigio al design e alle eccezionali prestazioni dinamiche che hanno già conferito al modello lo status di icona del segmento C-SUV all’interno della gamma dei modelli Toyota.

Il design dirompente, il piacere di guida ai massimi livelli grazie alla piattaforma TNGA, la tecnologia innovativa dell’ibrido di quarta generazione e la sicurezza di serie grazie al Toyota Safety Sense sono stati gli elementi alla base del successo di questo modello, che rappresenta oggi il SUV ibrido più venduto sul mercato con oltre 60.000 vetture vendute in Italia dal lancio nel 2016.

Con il C-HR Toyota si è presentata in modo del tutto nuovo nel segmento dei crossover compatti, caratterizzato da un trend di vendita in forte crescita e da una costante ricerca di nuove tendenze e di linee originali e innovative.

Proprio quest’ultime sono alla base della nuova versione GR SPORT che aggiunge oggi uno stile esterno e interno più deciso all’aspetto già sorprendente del C-HR.

Il nuovo allestimento è dotato di una versione aggiornata del Toyota Safety Sense, che incorpora una serie di nuove caratteristiche di sicurezza attiva, rendendo il C-HR tanto sicuro quanto coinvolgente da guidare.

Esterni

Le modifiche al frontale della GR SPORT comprendono un logo del marchio con sfondo nero, così come gli alloggiamenti dei fari, una finitura Piano Black per la parte centrale del paraurti e le cornici dei fari antinebbia, una griglia cromata scura e un nuovo spoiler anteriore dallo stile più aggressivo.

Lateralmente, le modanature Piano Black sono accompagnate da un design esclusivo dei cerchi in lega da 19″. Il posteriore è caratterizzato dal logo del marchio con sfondo nero, luce riflettente bordata in Piano Black, una rifinitura sotto il paraurti specifica e il logo GR SPORT.

La GR SPORT è disponibile in cinque esclusive combinazioni di colori esterni bitone, tra cui una nuova, unica nel suo genere, finitura Dynamic Grey con tetto nero.

Interni

A bordo, la GR SPORT presenta una nuova finitura dell’abitacolo in Cool Silver.

Alcantara®, abbinata alla pelle, veste le sedute nel colore Dark Black con ricami di linee parallele nella parte centrale a contrasto rosso e grigio chiaro di ispirazione GR, le cui nuance ne ricordano il logo. La presenza del materiale esalta il carattere sportivo dell’allestimento, coniugando prestazione tecniche (come l’aderenza in condizioni di guida veloce, la resistenza, la traspirabilità e la leggerezza) a eleganza e massimo comfort di guida, nel rispetto dell’ambiente. Alcantara, grazie al fatto di essere Carbon Neutral fin dal 2009, non aggiunge infatti ulteriori emissioni di anidride carbonica.

Ulteriori elementi su misura includono una corona del volante in pelle perforata, cuciture rosse a contrasto sia sul volante che sulla cuffia della leva del cambio, battitacco dedicato, logo GR SPORT, un pulsante di stop/start GR e un’animazione di avvio GR nello schermo TFT del quadro strumenti davanti al guidatore.

Dotazioni

Le altre dotazioni della GR SPORT includono anche vetri oscurati, smart entry, fari Full LED, navigatore, specchietti retrovisori auto ripiegabili, il funzionamento elettrico e il riscaldamento dei sedili anteriori e un eccezionale sistema audio JBL.

Dinamica di guida

Gli pneumatici e il sistema di sospensioni e la regolazione dello sterzo sono stati progettati per migliorare sensibilmente il comportamento dinamico della GR SPORT, pur mantenendo i livelli di comfort di marcia del resto della gamma del C-HR.

La vettura è equipaggiata con pneumatici premium, i nuovi Continental Premium Contact 6 da 19 pollici (225/45) che aumentano i livelli di aderenza dell’assale anteriore e la rigidità in curva, con conseguente migliore resistenza all’imbardata e minore sottosterzo se sottoposti alle stesse forze G. Il nuovo pneumatico risulta anche più leggero dell’attuale pneumatico da 18 pollici e garantisce la stessa resistenza al rotolamento e simili emissioni di CO2 del veicolo.

TOYOTA SAFETY SENSE aggiornato

Il C-HR GR SPORT sarà equipaggiato con l’ultima versione del Toyota Safety Sense – un insieme di tecnologie di sicurezza attiva progettate per aiutare a prevenire o mitigare le collisioni in una vasta gamma di situazioni di traffico.

Al sistema di pre-collisione (PCS) sono state aggiunte diverse nuove caratteristiche, che includono l’assistenza alla sterzata d’emergenza (ESA) collegata al riconoscimento diurno dei pedoni e all’assistenza alle svolte negli incroci.

Il dispositivo di assistenza alle intersezioni stradali fornisce un’avvertenza e una frenata automatica se il conducente svolta in prossimità di un veicolo in arrivo nella corsia opposta, o un pedone che attraversa la strada dalla direzione opposta dopo la svolta.

Inoltre, il C-HR beneficia anche del sistema Lane Trace Assist (LTA) che aiuta a mantenere il veicolo in carreggiata e centrato nella corsia, e se giudica che c’è il rischio che il veicolo si allontani dalla sua traiettoria, applicherà una forza allo sterzo per aiutare il guidatore ad evitare la deviazione dalla corsia.

Ulteriori nuovi sistemi di supporto al guidatore e di miglioramento della sicurezza includono il Full Range Adaptive Cruise Control (ACC), combinato con il Road Sign Assist e l’Intelligent Adaptive Cruise Control, che permette di adattare facilmente la velocità di crociera alla velocità indicata dai segnali stradali.

Prezzi

La versione C-HR GR SPORT nella versione 1.8L parte da un listino di 37.600€ che grazie agli Hybrid Bonus e agli ecoincentivi attualmente in vigore si trasforma in un prezzo promozionale di 31.600€ in caso di rottamazione.

Per la versione 2.0L il listino è di 39.600€ e prevede un prezzo promozionale grazie sempre agli Hybrid bonus e agli ecoincentivi statali di 32.600€ in caso di rottamazione.

L’offerta finanziaria con PAY PER DRIVE CONNECTED vedrà rate di 346€ al mese per la versione 1.8L e 383€ al mese per la versione 2.0L. La nuova formula di noleggio KINTO ONE prevede un canone mensile di 349€* (iva esclusa, 48 mesi e percorrenza di 60.000 km) per entrambi le motorizzazioni. Un prodotto all inclusive che prevede manutenzione ordinaria e straordinaria e servizi assicurativi.

Il PAY PER DRIVE è il programma Toyota che prevede la possibilità di restituire l’auto in qualsiasi momento grazie al Valore Futuro Garantito. La formula CONNECTED inoltre rappresenta il primo prodotto di acquisto legato all’utilizzo effettivo dell’auto. Il cliente, infatti, potrà scegliere da subito i km da percorrere in un anno e adattare nel tempo il piano alle reali percorrenze grazie alla possibilità di personalizzare i pagamenti mensili in base ai chilometri effettivi rilevati attraverso il modulo di trasmissione Data Communication Management installato sulla vettura.

Nuovo C-HR GR SPORT sarà disponibile in tutte le concessionarie della rete Toyota a partire da sabato con l’Open week end del 23-24 Gennaio.