DS9: la prova

domenica 9 maggio 2021

DS9: la prova


GROTTAMMARE – DS Automobiles, marchio di lusso di casa Citroen, amplia la sua gamma presentando l’ammiraglia, la DS9. La nuova vettura francese è disponibile con 1 Motore Benzina Hybrid Plug-In 1600 da 224 cv, negli allestimenti Performance Line +, Rivoli +.

Gli Esterni

Esternamente lo stile della vettura francese, vuole esprimere un’impressione di lusso e opulenza, come dimostrano l’ampia mascherina cromata, le maniglie a filo della carrozzeria (fuoriescono quando si avvicina lo smartphone associato) e il fregio cromato nel cofano, che si ispira alla DS degli Anni ’50. I fari invece ricordano le crossover DS 3 Crossback e la DS 7 Crossback, perché mantengono la firma luminosa che si estende verticalmente ai lati del fascione. A impreziosire l’insieme contribuiscono le cromature per la cornice dei vetri laterali, il fregio nel portello posteriore e le mostrine nel paraurti. La silhouette della DS 9 è “snellita” visivamente dal tetto basso e spiovente, che si ispira a quello di una coupé.

Gli Interni

Per l’abitacolo della DS9, la casa francese ha cercato di trasferire la stessa percezione di qualità all’interno, dove l’ ammiraglia francese ha dettagli ispirati al mondo della gioielleria (i comandi nella consolle sono sfaccettati come diamanti di pregio) e dettagli di alta qualità, come i rivestimenti in pelle Nappa o l’orologio analogico della B.R.M. Sono presenti i anche sedili anteriori riscaldabili, ventilati e con funzione massaggio, oltre al sistema DS Active Scan Suspension per la regolazione attiva dell’assetto: la telecamera frontale analizza la superficie stradale davanti all’auto e ciò permette alla DS 9 di variare il molleggio prima di un’asperità. Non mancano uno specifico impianto audio e le tecnologie di assistenza alla guida, compresa quella che gestisce sterzo, acceleratore e freni nel traffico in colonna (guida assistita di livello 2).

Il Test Drive

Ed ora è il momento del test drive: la DS9 guidata è stata la E-Tense Performance Line + EAT8 da 63907 €. Dopo i due crossover DS3 Crossback e DS7 Crossback, DS, marchio di lusso di casa Citroen, presenta un’ammiraglia tradizionale, 4 porte, come la migliore tradizione della casa francese ha da sempre insita nel suo DNA (DS, CX, XM……). Questa lussuosa berlina d’impostazione classica, dalle linee eleganti e raffinate come una cena all’ombra della Tour Eiffel, e dall’abitacolo dove si respira tradizione e innovazione, è molto facile da guidare, nonostante i 493 cm di lunghezza. Piena di ritrovati tecnologici all’avanguardia, fra cui la guida assistita di stadio 2, ti coccola in ogni istante del viaggio, grazie all’eccellente qualità costruttiva e alla tecnologia di bordo, che rende ogni viaggio un esperienza sensoriale senza pari. Ottimo è il motore hybrid da 224 cv, che spinge forte la DS9, quando si spinge sull’acceleratore, ma che, alle normali velocità di crociera, è un’ottimo alleato per il portafoglio, grazie a bassi costi di gestione e a consumi veramente irrisori.

Il Listino Prezzi

Infine il listino prezzi: si va da 55200 € della DS9 E -Tense Performance Line + per arrivare a 58200 € della DS9 E-Tense Rivoli + (Hybrid).

domenica 2 maggio 2021

EVO 5: la prova


ASCOLI PICENO – EVO, casa automobilistica del Gruppo DR, lancia la EVO5, evoluzione della prima auto DR venduta in Italia, la DR5. La EVO5 è disponibile con 1 Motore 1600 a Benzina da 126 cv disponibile anche a GPL con potenza di 118 cv, in allestimento unico.

Gli Esterni

Esternamente la EVO5 riprende ammodernarndole le linee e il design della DR5, che era a sua volta derivata dalla Toyota RAV4 di fine anni 90 – inizio anni 2000. Forme muscolose ed eleganti, linee pulite e di design contraddistinguono il corpo vettura del veicolo molisano. Grintoso il frontale con le linee tese del paraurti, la mascherina trapezoidale e i fari che seguono la linea di chiusura del cofano motore. Il posteriore è da vero fuoristrada con la ruota di scorta sul portellone, coperta da un’elegante copriruota in tinta carrozzeria, e i fari verticali dall’elegante design.

Gli Interni

Accomodandosi dentro lo spazioso abitacolo, la EVO5 presenta una consolle centrale a sviluppo orizzontale, con lo scherma touch del sistema di intrattenimento che occupa la posizione centrale, subito seguito, più in basso, dalle eleganti manopole del climatizzatore. Di concezione classica è il quadro strumenti.

Il Test Drive

Ed ora il momento del test drive: la EVO5 guidata è stata la 1600 GPL da 17297 €. Ecco l’evo….luzione della prima: il marchio EVO del Gruppo DR presenta la nuova generazione della 5, la prima DR venduta in Italia a inizio anni 2000. La versione riveduta e aggiornata della “vecchia” DR5 è un veicolo in pieno stile DR: completo di tutto a un prezzo piccolo piccolo. Maneggevole, facile da guidare, è un ottima auto per chi cerca un rapporto qualità – prezzo ottimale. Prestazionalmente parlando, il 1600 a GPL che pulsa sotto il cofano, è un buon motore, con buone prestazione e soprattutto, costi di gestione contenuti grazie all’alimentazione a GPL.

Il Listino Prezzi

E infine il listino prezzi: per la 1600 a Benzina occorrono 14900 €, per la 1600 a GPL occorrono 15900 €.

Bruno Allevi & Luca Colacito

L’auto in oggetto è stata provata presso la Concessionaria DR – EVO “Silkar” di Ascoli Piceno

giovedì 22 aprile 2021

Nuova Mercedes Classe C. Cresce ancora e mantiene di più


ROBERTO BERLOCO
 - C come cattura. Svelata nel Marzo scorso, la nuova Classe C si rinnova dopo sei anni di mercato, primeggiando subito nella cattura degli sguardi dell’ammirazione generale, contro i quali nemmeno una pandemia, come quella ancora in corso, potrebbe alcunché.

C come crescita. L’ultima creatura di Stoccarda, ultima in ordine cronologico, si presenta più lunga di sette centimetri e più larga di un centimetro rispetto alla precedente, con una linea ancora più filante e avvolgente, senza, però, rinunziare ad una forte somiglianza con il passato, come oramai da tempo nello stile di ogni nuovo parto di tutte le Case tedesche che trattino usualmente l’alto di gamma.

Puntualmente, è già il colpo d’occhio a raccontare di una vettura di classe al passo deciso coi tempi, in forza della solita proiezione in avanti tipica dell’industria automobilistica germanica. Eppure, tra le fascinose lamiere di quello che è uno degli ordinari casi di avanzata tecnologia d’Oltralpe, batte un cuore autenticamente italiano, quello del disegnatore friulano Bruno Sacco.

Fu lui, difatti, nel lontano 1976, da capo del Centro Stile Mercedes, a creare quello che, per l’epoca, era un modello assolutamente inedito per l’azienda del Baden. Un’autovettura che passerà alla storia con la sigla 190 e che, nella sua originalità, rappresentava una sorta di prima, originale discesa dalla fascia alta, fino ad allora unica praticata dalla Casa della Stella, a quella medio alta, ormai già frequentata, con risvolti lusinghieri, da Audi 80 e BMW Serie 3. 

Una risposta alla concorrenza, dunque. Una reazione che doveva pareggiare e, possibilmente, superare i risultati di vendita delle storiche rivali in questo particolare settore. Il risultato fu un successo commerciale che riempì d’orgoglio i vertici societari, al punto da portarli a non abbandonare più quel particolare segmento, oggi incarnato dall’ultima generazione della Classe C, che a diritto pieno, dunque, può considerarsi l’attuale erede della 190.

Stilisticamente, la nuova C richiama da vicino i motivi estetici comuni alle varianti della Classe A, dalle movenze essenziali della carrozzeria al disegno dei gruppi ottici, sia anteriori che posteriori, fino ancora alla calandra, che si pronuncia verticalmente, lasciando protagonista la stella a tre punte nel mezzo.

L’incremento dei centimetri si palpa nello spazio complessivo dell’abitacolo, ma, soprattutto, nel bagagliaio della versione familiare, ora più ampio di ben trenta litri.

All’altezza delle promesse degli esterni è l’interno, regnato dall’eleganza tipica, dall’elevata qualità dei materiali e da una cura quasi maniacale nei dettagli.

Con un chiara ispirazione allo stile della nuova S, due schermi, uno davanti al volante, l’altro steso lungo la consolle, riassumono comandi e strumentazione, proponendo la più recente tra le tecnologie adottate da Mercedes anche in materia d’infotelematica e sistemi multimediali.

Ovviamente, anche il capitolo delle motorizzazioni è coerente ai tempi, che pretendono una marcia sempre più spedita verso l’elettrificazione. L’offerta di listino, per ora, parte con motorizzazioni solo mild hybrid, sia benzina - con il 1.5 l da 204 cv - che gasolio - con la C 220 d da 200 cv e la C 300 d da 265 cv. Più in là, invece, arriveranno anche le C 180 e C 300 - rispettivamente dotate di 180 cv e 258 cv - la C 200 d - con una potenza di 163 cv - e, infine, la plug-in hibrid - da 313 cv e 515 nm.

Sei gli allestimenti, a ciascuno dei quali è abbinato un pacchetto che sale di costo man mano che si ci s’allontani dalla base Business e si punti al tetto di gamma Premium Pro, con prezzi che salpano da 50.990,00 euro - per la C 200 Mild Hybrid Business.

domenica 18 aprile 2021

Opel Mokka: la prova


ASCOLI PICENO – Opel presenta la nuova generazione del suo crossover sportivo, la Mokka. La nuova generazione della vettura tedesca, che perde la X nel nome, è disponibile con 1 Motore a Benzina (1200 da 101 o 130 cv), 1 Motore Turbodiesel (1500 da 110 cv), 1 Motore Elettrico da 136 cv, negli allestimenti Edition, Elegance, GS Line, GS Line +, Ultimate.

Gli Esterni

Esternamente è una crossover dalle linee “muscolose” e filanti. Ed è molto compatta con i suoi 415 cm di lunghezza. La vettura di casa Opel ha una presenza “importante” in rapporto agli ingombri ridotti, e introduce elementi di stile che caratterizzeranno i modelli della casa tedesca negli anni futuri. A partire dal frontale, con mascherina nera lucida e chiusa, della stessa altezza dei fari. Il frontale si caratterizza anche per il cofano alto e quasi orizzontale e per i due tagli obliqui nel paraurti, che non hanno solo una funzione decorativa: sono delle prese d’aria che scaricano all’interno dei passaruota, così da “ripulire” il flusso che corre lungo la fiancata e migliorare l’aerodinamica. Le grandi ruote sono un elemento caratterizzante della fiancata, in cui si distinguono anche i finestrini piccoli. I fanali, anch’essi a led, hanno uno sviluppo orizzontale, e accentuano la sensazione di un’auto larga e ben “piantata a terra”.

Gli Interni

Internamente l’abitacolo della Mokka, piuttosto raccolto per una crossover, vanta una consolle orientata verso il guidatore e i due schermi del cruscotto e del sistema multimediale affiancati e racchiusi da una cornice, che nelle GS Line è di colore rosso. Questa impostazione ha portato a una disposizione inconsueta delle bocchette del “clima”: tre in alto e una più sotto, nella consolle. Lo stile dell’abitacolo è moderno e sportivo, con assemblaggi molto precisi e robusti; curati i sedili, con imbottitura “sostenuta” ma non certo dura, fianchetti che trattengono bene in curva e regolazioni precise (pure in altezza). Dietro c’è spazio per due persone e, stringendosi, anche per tre: diversamente da quanto capita in molte altre auto, la zona centrale del divano gode di un’imbottitura morbida. Il bagagliaio, da 350/1105 litri, è ben rifinito. Il pavimento può avere il pianale su due livelli a scelta.

Il Test Drive

Ed ora il momento del test drive: la Opel Mokka provata è stata la 1200 130 cv GS Line + AT8 da 30689 €. Con la nuova Mokka, Opel vuole confermare il successo che questo veicolo compatto e sportivo ha avuto fin dal suo lancio. Le nuove forme e il nuovo design, che svelano come saranno le Opel del futuro, rendono questa vettura personale e riconoscibile nel traffico, grazie appunto a un design muscoloso, grintoso e molto personale. Il comportamento stradale della Mokka guidata è eccellente: il cambio automatico a 8 rapporti, con il comando a levetta, è molto fluido e impercettibile nei cambi marcia; l’auto è molto agile sia in città che in percorsi extracittadini; lo sterzo è leggero e l’auto si lascia guidare in maniera facile e intuitiva. Ottimo e molto silenzioso è il 1200 Turbo Benzina da 130 cv, motore top di gamma della Gamma Benzina per il Mokka. Questo motore è potente e brioso, silenzioso in ordine di marcia e garantisce alla vettura tedesca ottime prestazioni sia in città che in percorsi extraurbani.

Il Listino Prezzi

Infine il listino prezzi: si va da 22200 € della 1200 101 cv Edition per arrivare a 29700 € della 1200 130 cv AT8 Ultimate (Benzina); si va da 23700 € della 1500 Edition per arrivare a 28700 € della 1500 Ultimate (Diesel); si va da 35250 € della BEV Edition per arrivare a 40250 € della BEV Ultimate (Elettrica).

giovedì 15 aprile 2021

Maldarizzi presenta Nuova Jeep Compass

BARI - Maldarizzi presenta Nuova Jeep® Compass nell’esclusivo allestimento di lancio ‘80° Anniversario’, con dettagli di stile unici che esaltano la personalità e l'eleganza di Compass.

Un restyling completo che che valorizza la qualità delle finiture e la tecnologia di bordo, introducendo importanti novità che la portano a un livello ancora superiore in termini di design, sicurezza, tecnologia e funzionalità.

Il trampolino di lancio per Nuova Jeep® Compass è l’Open Weekend Maldarizzi, che dal 1981 è la concessionaria ufficiale di vendita e servizi Jeep® su Bari e provincia. Due giorni, il 17 e il 18 aprile, interamente dedicati alla evoluzione del suv compatto, nel pieno rispetto delle normative anti-covid e all’insegna della totale sicurezza.

venerdì 9 aprile 2021

La cessione del quinto per l'acquisto dell'auto


Un finanziamento a tasso agevolato per dipendenti e pensionati

Immaginate di poter acquistare l’auto usata o a km 0 che da tempo desiderate tramite una forma di finanziamento conveniente e a tasso agevolato. Numerose sono le modalità di accesso al credito sul mercato automotive e tra queste spicca la cessione del quinto Auto. Si tratta di una forma di prestito pensata per lavoratori dipendenti con contratto a tempo indeterminato che lavorino presso aziende pubbliche o private nonché per pensionati.

È una forma di finanziamento per acquistare un’auto usata o a km 0 particolarmente vantaggiosa rispetto ad altre forme di prestito auto.

Recentemente la cessione del quinto ha subìto una trasformazione sostanziale a partire dall’introduzione, da parte della Banca d’Italia, del merito creditizio nei confronti di coloro che richiedono il prestito. Con i progressi tecnologici, inoltre, è ora possibile l’identificazione a distanza del cliente con possibilità di firmare il contratto in formato digitale.

Sulla piattaforma Finauto.eu, ad esempio, finanziare l’acquisto di un’auto usata o a km 0 è possibile proprio tramite la cessione del quinto auto. Tale nuovo prestito nasce dalla collaborazione tra Finauto.eu, sito in cui si possono consultare annunci di vendita auto usate o a km 0, Aliante Money Srl, società di mediazione creditizia iscritta all’ Organismo Agenti e Mediatori, specializzata nella cessione del quinto e Banche e Finanziarie leader nell’erogare il prodotto acquistabile digitalmente tramite identificazione a distanza del cliente.

Tra i vantaggi che la Cessione del Quinto presenta rispetto ad altri tipi di prestito auto, c’è che si tratta di un prestito a firma singola, con la prima rata a 60 giorni e non è necessario motivarne la richiesta. Inoltre è una forma di prestito sostenibile dal punto di vista etico per il cliente poiché la rata mensile non può essere superiore al 20% dell’importo netto dello stipendio o pensione. In questo modo si può evitare di sovra indebitarsi. Infine, la durata del finanziamento va dai 36 ai 120 mesi.

La Cessione del Quinto Auto può essere richiesta direttamente in concessionaria e l’importo finanziabile è fino a 75mila euro. Su Finauto.eu., oltre a poter acquistare un’auto usata o a km 0 tramite cessione del quinto, è possibile consultare tra migliaia di annunci di modelli in vendita che i concessionari convenzionati propongono sul sito. È inoltre possibile conoscere subito la rata del prestito da pagare mettendo a confronto le varie offerte di banche e finanziarie convenzionate con la suddetta piattaforma.

Cessione del Quinto: perché conviene

I tassi della Cessione del Quinto sono in calo: basti pensare che nel secondo trimestre del 2020 il Tasso Medio su Base Annua dei finanziamenti con cessione del quinto di stipendio e pensione è stato del 7,90%, mentre nel 2019 era dell’8,24%. C’è stato quindi un calo dello 0,34% rispetto al 2019. C’è inoltre da dire che sono moltissime ormai le banche che applicano un tasso di interesse agevolato o promozioni riservate a coloro che nella fase in cui si sottoscrive un prestito tramite cessione del quinto, motivano l’acquisto dell’auto. Di questa agevolazione, non possono godere coloro che pur richiedendo lo stesso tipo di prestito non ne motivano l’acquisto. A tale scopo Aliante Money, come incentivo per promuovere la Cessione del Quinto Auto ha scelto di attuare commissioni riservate e convenienti al prodotto applicando uno sconto del 2% sulle proprie commissioni.

Da una rilevazione dei tassi effettivi globali medi dei finanziamenti di Banca d’Italia nel secondo trimestre 2020 è emerso che la Cessione del Quinto conviene di più rispetto a credito personale e finalizzato per finanziamenti auto che oltrepassino i 15mila euro. La Cessione del Quinto è un prestito coperto da assicurazioni obbligatorie per legge che salvaguarda il rischio impiego e premorienza. Un altro interessante vantaggio nell’acquisto di un’auto con la Cessione del quinto Auto è l’opportunità di usare tale forma di prestito per comprare anche auto immatricolate da oltre 7 anni, purché in buono stato, cosa che con un prestito auto non è possibile fare in quanto non prevede tale genere di finanziamento.

Con la cessione del Quinto Auto, se il datore di lavoro non paga una rata del prestito, il cliente è tenuto solo a comunicare alla Banca inviando una copia della busta paga da dove si evince l’avvenuta trattenuta da parte della sua impresa, ma non sarà segnalato come cattivo pagatore. Un ultimo, enorme vantaggio del prestito con Cessione del Quinto Auto è che in alcuni casi, se il cliente interessato a richiedere il prestito è indebitato con più rate da pagare può richiedere un finanziamento di importo elevato e lunga durata, estinguere così le rate in corso e avere la liquidità necessaria per acquistare l’auto che desidera, usata o a km 0. Tale tipo di prestito è chiamato Cessione del Quinto Auto Consolidamento Debiti. A questo genere di prestito possono accedere anche protestati o cattivi pagatori. Anche per i rivenditori di auto è conveniente perché costituisce un’ottima alternativa al classico finanziamento auto, poiché consente di vendere auto a clienti protestati o che tardano a pagare le rate, che hanno pignoramenti in corso o finanziamenti rigettati, nonché un’età superiore a 75 anni. Inoltre possono vendere un’auto a clienti che comprano un’auto immatricolata da più di 7 anni.

domenica 21 marzo 2021

BMW Serie 2 Gran Coupè: la prova


SAN BENEDETTO DEL TRONTO – BMW amplia la ricca gamma della Serie 2, con la 2 Gran Coupè, berlina 4 porte dalle forme sportive. La vettura di Monaco di Baviera è disponibile con 2 Motori a Benzina (218i da 140 cv, 235i da 306 cv) oppure 1 Motore Turbodiesel (220d da 190 cv), negli allestimenti Base, Advantage, Business Advantage, Sport, Luxury, MSport, M.

Gli Esterni

Esternamente la nuova Gran Coupè è molto di più della Serie 1 con la coda (che comporta un aumento di 21 cm di lunghezza, arrivando a 453 cm di lunghezza complessiva). Il frontale, con la mascherina ancora più larga e i fari più sottili, aggiunge grinta e, soprattutto, il profilo è molto più filante. E poi ci sono dettagli da sportiva, come l’assenza delle cornici attorno ai finestrini. Sfuggente il posteriore, dalle forme parecchio elaborate e che non manca di originalità e “cattiveria” con i fanali orizzontali molto estesi che sembrano quasi toccarsi sotto il cofano posteriore, e che esaltano visivamente la larghezza dell’auto.

Gli Interni

Internamente le poltrone sono comode e lo spazio è adatto per quattro adulti. La seduta è bassa e ci si sente avvolti da plancia e consolle centrale. Buona la qualità dei materiali, Rapido e moderno il sistema multimediale, con monitor fino a 10,3”: ha diverse funzioni connesse.

Il Test Drive

Ed ora è il momento del test drive: la BMW Serie 2 Gran Coupè provata è stata la 218i Sport da 43807 €. Con la 2 Gran Coupè, BMW entra nel segmento delle berline 4 porte a vocazione sportiva derivante da vetture medio-compatte, di solito le entry level delle case automobilistiche (es. A Sedan o A3 Sedan). Sportiva fuori, comoda e confortevole dentro, la vettura di casa BMW è pratica e funzionale, ha un’ottimo bagagliaio facilmente accessibile. Sterzo e cambio sono sempre pronti e reattivi, la maneggevolezza complessiva è buona e le doti di grande stradista sono accentuate dall’ottimo 3 cilindri turbo benzina 1500 da 140 cv, denominato 218i. Ottimo motore, con la giusta dose di potenza e brio e costi di gestione e di consumi contenuti grazie alla bassa cilindrata e all’essere un 3 cilindri.

Il Listino Prezzi

Infine il listino prezzi: si va da 32000 € della 218i Base per arrivare a 53500 € della 235i M (Benzina); si va da 41500 € della 220d Base per arrivare a 47500 € della 220d MSport (Diesel).

mercoledì 17 marzo 2021

Auto: mercato Europa ancora in rosso, -20,3% a febbraio


ROMA - Il mercato dell'auto frena ancora a febbraio. Le immatricolazioni in Unione Europea più Paesi Efta e Regno Unito, secondo i dati dell'Acea, l'associazione dei costruttori europei, sono state 850.170, il 20,3% in meno dello stesso mese del 2020. Nei primi due mesi sono state immatricolate complessivamente 1.693.059 vetture, con un calo del 23,1%.

domenica 14 marzo 2021

Toyota Hilux: la prova

CIVITANOVA MARCHE – Toyota svela la nuova generazione del suo veicolo immortale e invincibile, il pick-up Hilux. Il nuovo veicolo giapponese è disponibile con 2 Motori Turbodiesel 2400 da 150 o 2800 da 204 cv, nelle varianti di carrozzeria Chassis & Cab, Single Cab, Extra Cab, Double Cab e negli allestimenti Active, Comfort, Lounge, Executive, Invincible.

Gli Esterni

Esternamente, l’ottava generazione del pick-up giapponese, riceve gli aggiornamenti di metà carriera. Le novità stilistiche non passano inosservate, perché la rinnovata Hilux ha un inedito fregio cromato nella mascherina e una griglia che accentua l’impressione di tridimensionalità, ma cambiano anche i fascioni e le luci: davanti si possono avere quelle a led, dietro è presente una nuova firma luminosa (anch’essa a led). Il tutto accentua l’immagine muscolosa e imponente del veicolo giapponese.
Gli Interni

Internamente l’abitacolo si conferma ampio e comodo. Fra le novità spicca il sistema multimediale con schermo tattile di 8”, contro i 7” del precedente, e la compatibilità per gli smartphone Android e Apple. la strumentazione è chiara e completa, l’ambiente è rifinito con apprezzabile cura.. Il cassone, ben accessibile dalla ribaltina, è ben sfruttabile per ogni variante di carrozzeria.

Il Test Drive

Ed ora il momento del test drive: il Toyota Hilux provato è il 2800 D4D Double Cab Invincible 4×4 da 52581 €. La nuova versione del leggendario pick-up di casa Toyota (è sul mercato dagli anni ’60 ed è stato venduto in milioni di esemplari), è un mezzo muscoloso e grintoso. Ha un’elevata altezza da terra (ben 29 cm) che permette di affrontare con disinvoltura sia i percorsi asfaltati che il fuoristrada duro e puro con lo stesso confort e facilità di guida. Ottimo è lo spazio interno (il Double Cab provato ha la configurazione della cabina in stile vettura con spazio sia per i passeggeri anteriori che per quelli posteriori) e anche il cassone è facilmente accessibile e ha spazio a sufficienza per caricare anche oggetti ingombranti. Potente e brillante è il 2800 Turbodiesel da 204 cv, preciso e fluido è il cambio automatico di cui è equipaggiata la versione provata.

Il Listino Prezzi

Infine il listino prezzi: si va da 27260 € della 2400 D4D Chassis & Cab Active per arrivare a 50806 € della 2800 D4D Double Cab Invincible (Diesel).