giovedì 5 maggio 2016

Takata richiama ulteriori 40 milioni di airbag. Nhtsa, l'agenzia per la sicurezza stradale americana ordina il ritiro: "È urgente"

La Nhtsa, l'agenzia per la sicurezza stradale americana ordinano alla giapponese Takata di richiamare ulteriori 35-40 milioni di airbag difettosi. "È urgente" afferma. Il difetto è nel deterioramento del gas propellente, cioè quello che serve per gonfiare l’airbag dopo l’attivazione della carica esplosiva comandata dai sensori. In questione è un composto chiamato nitrato di ammonio, che può diventare instabile nel tempo o quando è esposto all'umidità.

Takata ha lottato con la composizione del composto nel corso degli anni, evidenzia Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, aggiungendo eventualmente un agente essiccante per renderlo più stabile. I nuovi richiami si concentrano su airbag che non hanno l'agente di essiccazione. La conseguenza è che il sistema si potrebbe attivare quando non richiesto, causando la perdita di controllo del veicolo. Takata detiene il 20% del mercato mondiale degli airbag.

0 commenti:

Posta un commento

Share

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More