domenica 17 settembre 2017

Kia, una vettura davvero Optima


di BRUNO ALLEVI. GORIZIA – Kia presenta sul mercato italiano la sua ammiraglia, la Optima. La vettura coreana è disponibile nelle varianti di carrozzeria Berlina e Station Wagon (denominata Sportswagon), è equipaggiata con 1 Motore Benzina (2000 da 245 cv, disponibile solo sulla station wagon), 1 Motore Ibrido (Benzina + Elettrico) 2000 da 205 cv, disponibile solo sulla berlina, 1 Motore Turbodiesel CRDI 1700 da 141 cv, negli allestimenti Business Class, GT Line, GT.

Esternamente la Optima presenta una linea filante e sobria, caratterizzata nel frontale dai grandi fanali sviluppati in orizzontale, sino ad abbracciare la fiancata, che si uniscono alla mascherina “a naso di tigre” tipica degli ultimi modelli della casa coreana. Nel paraurti, con un accenno di spoiler nella parte inferiore, un’ampia presa d’aria centrale e due verticali, a conferire al frontale un tocco sportivo. “Pulita” la fiancata, con la base dei finestrini che risale leggermente verso la “coda” (piuttosto filante, ma che ospita un baule dalla buona capacità di 510 litri). Il posteriore è caratterizzato da fanali trapezoidali che si fanno notare anche nella vista laterale. Per quanto riguarda la station wagon invece, il frontale è lo stesso, mentre, a partire dal montante centrale in poi, la storia è diversa. Le forme si allungano, la coda classica da berlina diventa un’elegante portellone, la coda si alleggerisce e diventa slanciata.

Gli Interni

L’interno della Optima si presenta sobrio e ben curato (qualità costruttiva e finiture sono di buon livello). La plancia è divisa in due zone, separate da un profilo cromato: quella superiore ospita il grande e luminoso display da 8 pollici, il cruscotto, dalla grafica ben leggibile, e le bocchette laterali. Nella parte inferiore, i comandi per gestire il sistema multimediale (comprende il navigatore, facile da utilizzare e preciso nelle indicazioni), il sofisticato impianto Hi-Fi della Harman/Kardon, con 10 altoparlanti) e il climatizzatore automatico (molto efficiente). L’abitacolo, luminoso, è davvero generoso di spazio sia per i passeggeri anteriori sia per quelli posteriori. Le poltrone, rivestite in pelle di buona qualità, sono comode e ben imbottite; pure il divano è molto comodo, anche per tre adulti, che possono allungare le gambe (che, addirittura, si possono accavallare senza alcun problema).

Il Test Drive

Ed ora il momento del test drive: la Kia Optima provata è stata la 1700 CRDI 141 cv Sportswagon Business Class da 31678 €. Kia, con la Optima, vuole entrare, sul mercato italiano nel segmento delle ammiraglie a buon mercato, ricche di tecnologia a prezzi bassi. E con questa vettura ci è riuscita in pieno. Su strada la versione station provata è eccellente: un giusto mix fra comodità, spazio nell’abitacolo e nel bagagliaio, maneggevolezza. E’ la stradista mangiachilometri ideale per chi necessità di un’auto confortevole da poter caricare in tutta sicurezza. Ottimo è il 1700 Turbodiesel che eroga ben 141 cv. Questo motore, unico diesel a listino, è parco ed economo, silenzioso, brillante, potente e permette di guidare la Optima in maniera “Optimale”.

Il Listino Prezzi

Infine il listino prezzi. Iniziamo con la berlina: per la 2000 Ibrida occorrono 44000 €, si va da 29500 € della 1700 CRDI Business Class per arrivare a 31500 € della 1700 CRDI Business Class DCT Automatica (Diesel). Ed ora spazio alla Station Wagon: per la versione 2000 GT a Benzina occorrono 45000 €, si va da 30500 € della 1700 CRDI Business Class per arrivare a 37500 € della 1700 CRDI GT Line DCT (Diesel).

Bruno Allevi

L’auto in oggetto è stata provata presso la Concessionaria Kia “Aguzzoni” di Gorizia

0 commenti:

Posta un commento

Share

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More