domenica 20 agosto 2017

Audi A4, un classico senza tempo


di BRUNO ALLEVI. GROTTAMMARE – L’Audi presenta sul mercato la nuova generazione di una delle auto più simboliche, l’A4. L’erede della leggendaria 80, è disponibile nelle varianti di carrozzeria Berlina, Avant, Allroad (disponibile solo Station Wagon), è equipaggiata con 3 Motori a Benzina (1400 da 150 cv, 2000 da 190 o 252 cv, 3000 da 354 cv), 2 Motori Turbodiesel TDI (2000 da 122 o 150 cv, 3000 da 218 o 272 cv), negli allestimenti Base, Sport, Business, Business Sport, Business Evolution (solo per A4 Allroad), Design, S Line Edition, Quattro Edition, S.

Gli Esterni
Esternamente l’A4 è una berlina moderna ed elegante, ha forme classiche che sono l’evoluzione stilistica dell’Audi 80 prima (dal 1972 al 1994) e delle generazioni precedenti dell’A4 (dal 1994 ad oggi) poi. Il frontale riprende il familiy feeling di casa Audi con la grande mascherina scudata centrale che parte dalla linea del cofano e che scende, verticalmente, fino al limite del paraurti, inglobando lo stemma dei 4 anelli e la targa. Ai lati trovano spazio i gruppi ottici dal disegno appuntito e che seguono la forma del cofano. Posteriormente vi son o le forme da berlina classica: coda rettangolare pronunciata, bagagliaio separato dall’abitacolo. I gruppi ottici, dal bel disegno, riprendono nella forma quelli anteriori. Per quanto riguarda le forme dell’Avant (Station Wagon) dall’anteriore al montante centrale è identica alla berlina, dal montante centrale alla coda, invece è tutt’altra storia. Dietro, i fanali orizzontali sono più larghi di quelli del modello precedente e hanno un’unghia che si prolunga nel portellone aggiungendo un tocco di personalità. Slanciata la fiancata, percorsa all’altezza delle maniglie da una sottile nervatura che alleggerisce i volumi e regala slancio alla carrozzeria. Ora è il momento dell’Allroad, la versione similSUV dell’A4 Avant. Le differenze estetiche con la famigliare della casa di Ingolstadt, sono nella presenza di modanature esterne che corrono lungo tutto il veicolo, di protezioni sottoscocca anteriori e posteriori, e di un’altezza da terra di 2,1 cm in più rispetto all’A4 di partenza.

Gli Interni
Internamente non vi sono differenze notevoli fra le tre versioni. L’abitacolo della nuova A4 si distingue per la qualità delle finiture e per le forme pulite della sottile plancia, che mostra pochi pulsanti: restano a vista i comandi del “clima” e poco altro, mentre il resto si controlla dalla rotella e dai tasti dell’interfaccia (tra i sedili) del sistema multimediale MMI. Ottimo il bagagliaio sulla A4 Berlina, immenso sulle A4 Avant e A4 Allroad.

Il Test Drive
Ed ora il momento del test drive: l’Audi A4 provata è stata la Avant 2000 TDI 150 cv S Tronic Business da 47317 €. Il classico senza tempo, sinonimo di berlina in casa Audi, si rinnova rimanendo fedele a se stesso. Su strada è una vettura agile, comoda, comfortevole, maneggevolissima, grintosa. Lo spazio a bordo di questa A4 Station Wagon è molto ben sfruttabile e il bagagliaio è enorme. Il motore che pulsa sotto il cofano è l’ottimo 2000 Turbodiesel da 150 cv, che, unito al Cambio Automatico Stronic, garantisce ottime prestazioni, fluidità di marcia, ripresa e risposta sempre pronte.

Il Listino Prezzi
Da ultimo il listino prezzi. Iniziamo con la A4 Berlina: si va da 34500 € della 1400 Base per arrivare a 66150 € della 3000 S4 Business (Benzina), si va da 33100 € della 2000 TDI 122 cv Base per arrivare a 55000 € della 3000 TDI 272 cv Quattro Edition (Diesel). Ora è il momento della Station Wagon: si va da 36100 € della 1400 Base per arrivare a 67750 € della S4 Business (Benzina); si va da 34700 € della 2000 TDI 122 cv Base per arrivare a 56600 € della 3000 TDI 272 cv Quattro Edition (Diesel). Infine è il turno dell’Allroad: si va da 51950 € della 2000 252 cv Base per arrivare a 54400 € della 2000 252 cv Business Evolution (Benzina); si va da 43600 € della 2000 Tdi 150 cv Base per arrivare a 57250 € della 3000 TDI 272 cv Business Evolution (Diesel).

0 commenti:

Posta un commento

Share

Twitter Delicious Facebook Digg Stumbleupon Favorites More